Uncategorized

Un pomeriggio di maggio al poliambulatorio

image
Un corridoio.
  • Allora, per il diabetologo: Diafettoni? Diafettoni c’è?
  • Come? Govoloni?
  • No, Diafettoni, Signora. Diafettoni? – silenzio – Govoloni?
  • Govoloni? Eccomi! Vengo di corsa!
  • No, di corsa no Signora ché l’ortopedico poi ci serve…
  • Ah c’è l’ortopedico oggi? Non c’è qui il diabetolo––
  • Ma no, era una battuta! – Risatine sotto le dentiere –.
Standard
Uncategorized

Le parole italiane suonano meglio

La definizione di apericena secondo il Nuovo Devoto-Oli, 2017.

Il sito BuzzFeed ha stilato un elenco di sedici parole e frasi che suonano meglio in italiano piuttosto che in inglese.

Se-di-ci mica quattro-cinque.

Ho provato a metterle insieme, senza rifuggire da accostamenti forzati, e il risultato è stato questo:

Un pantofolaio meriggia in uno struggimento rocambolesco:

Basta dietrologia e menefreghismo mozzafiato!

Magari trasecola per il qualunquismo di una gattara che sputa il rospo, e getta la spugna, sul culaccino dell’apericena.

Standard