Periferia e palazzi

L’ultimo tramonto di giugno 

Via Casilina.

Ci tenevo a fotografare l’ultimo tramonto di un mese che è corso via come il vento.

Semaforo rosso per me che svolto a destra; verde per chi prosegue verso Tor Pignattara. Abbasso il finestrino, applicazione fotocamera, scatto; scatta anche il verde per noi che entriamo a Centocelle. Non c’è tempo per farne un’altra o per vedere com’è venuta l’unica scattata. Arrivo sotto casa: giro, rigiro, “mi fanno i fari” – gli impazienti –, freccia a destra così sfilano. «Qui no, qui è lontano», mi rassegno a un parcheggio al millimetro. Spengo il motore, esco dall’auto come fossi in un autobus a Monti Tiburtini – pieno e rassegnato nel traffico – respiro aria, anzi è arietta, quella della sera. Mi ricordo della foto, la guardo: è proprio giugno.

Standard